Stampa 3D

In preparazione…

Tutto è iniziato nel 2015 con la 3D Drag versione in scatola di montaggio. Per assemblarla con i miei studenti, abbiamo impiegato circa un mese e mezzo lavorandoci per 3 ore a settimana; la messa a punto ci ha dato parecchi grattacapi, considerando anche il fatto che non avevamo alcuna esperienza pregressa nel settore della stampa 3 D. Per le tarature, il livellamento del piatto di stampa e l’assemblaggio di estrusore e asse Z bisogna armarsi di tanta,tanta e tanta pazienza. L’asse Z è il tallone di Achille di questo modello di stampante; tanto è vero che la versione già assemblata costa ben 200€ in più (ancora in vendita 2019). Le prime stampe, evidenziavano lo slittamento dei layer verso destra. Effettuando un controllo sulla tensione delle cinghie e relativo serraggio del pignone del motore dell’asse X, ritarando la tensione di riferimento dei driver A4988 (0.80V), lubrificando tutte le guide degli assi con il versatile WD 40 e tenendo quasi al minimo la velocità di stampa (30/100 usando come slicer Repetier Host), siamo riusciti ad effettuare le prime stampe decenti. Successivamente ci ha affascinato l’idea di dotare questa stampante di un importante accessorio che poteva tenerla scollegata dal pc sopratutto per stampe con tempi lunghi. La scelta e ricaduta sul kit FT1441 di Futura Elettronica….